SGUARDI FAMILIARI. IL PROGRAMMA DEL 29 E 30 SETTEMBRE

Il progetto Sguardi Familiari – Prospettive e confronti tra cultura e famiglie, è il risultato di un progetto di informazione e sensibilizzazione, sulla multiculturalità a partire dai temi di “migrazione” e “famiglia”.

Attraverso un percorso laboratoriale, quale occasione di confronto e dialogo tra la comunità locale e i cittadini immigrati, e proseguito con un progetto di fotografia sociale, si è condotta un’esplorazione sociale sulla rappresentazione della quotidianità del “nucleo famiglia”. L’immagine della famiglia, culturalmente universale, è diventata così il pretesto per portare l’attenzione sul tema della multiculturalità, dell’immigrazione quale flusso ben più ampio e complesso degli attuali stereotipi e luoghi comuni, del necessario processo di conoscenza culturale reciproca, in un territorio in cui le unioni miste caratterizzeranno sempre più le future generazioni.

Parte del lavoro è stato trasformato in un progetto di comunicazione visiva sotto forma di calendario 2019 che sarà a disposizione del pubblico e che, nella sua semplicità, rappresenta uno strumento d’eccellenza per entrare nelle case, proprio tra le famiglie e raggiungere un pubblico ampio e eteregeneo.

 

 

29 settembre  17.00 – 19.15 – MEM Mediateca del Mediterraneo

Stefania Russo (Presidente Cooperativa Si può Fare Onlus) – Capofila del progetto, aprirà con la presentazione in qualità di promotrice di progetti innovativi sul tema migranti

Virginia Mura Assessorato Regionale del Lavoro, Formazione professionale, Cooperazione e sicurezza sociale – Servizio Coesione Sociale (RAS)

Massino Zedda Sindaco Citta Metropolitana di Cagliari

Angela Quaquero (Presidente Ordine Psicologi) – Implicazioni psicologiche derivanti dal processo di integrazione culturale, in un contesto storico come quello attuale

Gisella Congia e Laura Farneti (Autrici del progetto Sguardi familiari)  Obiettivi e evoluzione del progetto Sguardi Familiari

Stefania De Michele (giornalista) – Ruolo dei mass media nella creazione di stereotipi e preconcetti sul tema migrazione

MODERA la serata Ihab Rizt Soliman

INTERMEZZI MUSICALI Alberto Sanna e Jali Suso

 

30 settembre (dalle 10.30 alle 12.30) – Sicomoro Bar via del Collegio 2

Mamadou M’Bengue – Mediatore culturale a autore di fiabe africane

Marco Zurru – Docente Università di Cagliari

Giorgio Pellegrini – Storico dell’arte

Coordinano Stefania Russo (Presidente Cooperativa Si può Fare Onlus) e Gisella Congia (Autrice del progetto Sguardi Familiari)

 

Il progetto Sguardi Familiari – Prospettive e confronti tra cultura e famiglie, promosso dalla Cooperativa Si può Fare Onlus in collaborazione con la Cooperativa Sicomoro e il progetto territoriale Il Club dei Genitori

(Finanziato col L.R. 46/1990 Progetti Innovativi e qualificati in materia di politiche di integrazione degli immigrati non comunitari” RAS Assessorato Regionale del Lavoro, Formazione professionale, Cooperazione e sicurezza sociale – Servizio Coesione Sociale)